Archivi tag: Fexaramina Italia

Fexaramina – la pillola dimagrante che si comporta come un pasto immaginario

Diet DrugLa fexaramina (Fexaramine) è un nuovo farmaco dimagrante, tuttora in fase di sperimentazione e non ancora disponibile al pubblico.

L’interesse per la fexaramina come possibile farmaco per la perdita di peso si è creato nel gennaio 2015, quando diversi media hanno pubblicato articoli che ne parlavano, descrivendo l’uso di queste pillole come il consumo di un pasto immaginario.

Tuttavia, i risultati di un primo studio su questa sostanza furono pubblicati già nel 2003 e, da allora, la fexaramina è stata oggetto di un lungo periodo di ricerca. A differenza della maggior parte delle altre pillole dietetiche, la fexaramina non entra nel circolo sanguigno: la sua azione rimane confinata nell’intestino, una caratteristica che, almeno in teoria, dovrebbe ridurre il rischio di effetti secondari.

Chi produce la fexaramina?

La fexaramina è stata sviluppata al Salk Institute for Biological Studies (USA). L’istituto è stato fondato all’inizio degli anni Sessanta dal dott. Jonas Salk (lo scopritore del vaccino antipolio) e, attualmente, conduce ricerche su diverse patologie di grande rilevanza, tra cui la malattia di Alzheimer e l’AIDS.

Pro e contro della fexaramina in breve

ProContro
  • I test suggeriscono che il prodotto potrebbe essere efficace
  • Nessuno stimolante
  • Potrebbe ridurre i livelli di colesterolo
  • Non ancora disponibile
  • I test non sono definitivi
  • Effetti a lungo termine sconosciuti

Cos’è la fexaramina e cosa fa?

Nel gergo tecnico, la fexaramina è un composto che agisce come un agonista del recettore del farnesoide X (FXR) e attiva specifici cambiamenti all’interno dell’organismo, che si ritiene provochino la perdita di peso. La cosa è piuttosto complicata, quindi lasciamo perdere la spiegazione tecnica e diamo semplicemente uno sguardo ai dati pratici della questione.
La fexaramina è un farmaco anti-obesità che sembra possedere la capacità di ingannare l’organismo, inducendo in esso un comportamento analogo a quanto avviene dopo che si è consumato un pasto.

Cos’è la fexaramina e cosa fa?

In base a quanto afferma Roland Evans (direttore del Laboratorio di Espressione Genica dell’Istituto Salk), dopo un pasto, la presenza del cibo negli organi digerenti attiva il rilascio degli acidi biliari, necessari per favorire il processo della digestione e aiutare l’organismo ad assorbire i nutrienti essenziali. Quando tali acidi vengono rilasciati, il flusso sanguigno all’interno degli organi digerenti aumenta, pronto per trasportare i nutrienti in arrivo in tutto l’organismo e il meccanismo bruciagrassi si attiva. Paragonando la situazione a una corsa a staffetta, Evans afferma: “Una volta partita la staffetta, il tessuto grasso tende a prevedere l’arrivo del cibo prima che si verifichi.”

Studi clinici sulla fexaramina

Al momento, il potenziale dimagrante della fexaramina non è stato testato sugli esseri umani, ma alcuni test condotti su cavie da laboratorio hanno prodotto buoni risultati. Alle cavie sono state somministrate dosi giornaliere del farmaco per cinque settimane e i ricercatori hanno osservato diversi benefici:

  • Livelli glicemici del sangue ridotti
  • Colesterolo più basso
  • Converte il grasso bianco (pericoloso) in grasso marrone (sano)

È stato inoltre osservato un innalzamento della temperatura, che indica la possibilità di un’azione termogenica bruciagrassi.
Ecco alcune fonti in merito (in inglese)

http://en.wikipedia.org/wiki/Fexaramine

http://www.salk.edu/news/faq.php?press_id=2068

http://www.npr.org/blogs/thesalt/2015/02/04/383830208/scientists-want-to-trick-the-gut-into-burning-fat-without-food

Ingredienti principali della fexaramina

L’ingrediente principale del prodotto è, appunto, la fexaramina, da cui il nome.

Come assumere la fexaramina

La fexaramina non è ancora disponibile per l’uso umano, quindi il possibile dosaggio non è noto.

Potenziali effetti secondari

Siamo ancora gli inizi: la fexaramina non è mai stata testata sugli esseri umani o distribuita al pubblico, quindi non c’è modo di sapere quali potrebbero essere i suoi eventuali effetti secondari. Tuttavia l’Istituto Salk prevede di condurre ulteriori ricerche, che includono la sperimentazione umana, per valutare compiutamente i potenziali benefici del farmaco e i possibili effetti secondari prima che sia messa sul mercato. È impossibile sapere esattamente quanto tempo ci vorrà, ma questa condotta scrupolosa, ovviamente, merita la massima considerazione. Troppo spesso, in passato, i produttori hanno rilasciato sostanze non sufficientemente testate: quando arrivano i problemi, sono i consumatori a doverne pagare il prezzo, spesso con conseguenze molto gravi.

Opzioni di acquisto e considerazioni

Nel momento in cui scriviamo, la fexaramina è ancora in fase sperimentale e non è disponibile al pubblico.

Cosa è disponibile attualmente

PhenQ ItaliaAnche se la fexaramina sta facendo parlare di sé, in realtà non offre niente che non esista già. Sul mercato esistono attualmente prodotti con un meccanismo combinato di soppressione dell’appetito e bruciagrassi.
PhenQ, per esempio, può essere acquistato in molti paesi senza prescrizione medica.


Clicca qui per leggere la recensione di PhenQ

 

Pubblicato in Articoli | Contrassegnato , , , | Lascia un commento